mercoledì 2 dicembre 2015

Idromele



Il tempo del riposo è finito, poi c'è stato quello dell'assaggio e ora eccomi qui a raccontarvi di questo liquore come vi avevo promesso nel post precedente.
Questo liquore è tra i più antichi, era così tanto gradito ai Greci e ai Romani da chiamarlo anche il "nettare degli dei", attribuendogli proprietà magiche e divinatorie.
Veniva spesso servito durante le feste nuziali, che nell'antichità potevano durare un intero ciclo lunare, cioè circa un mese. Sembra proprio che da ciò derivi l'espressione "luna di miele", a indicare il periodo immediatamente successivo alla cerimonia di nozze. Durante questoperiodo gli sposi novelli continuavano (per fortuna oggi in forma prifvata) i festeggiamenti per la  loro scelta di vita.


Ingredienti:

400 g di miele
2 g di scorza di cannella
2 chiodi di garofano 
1 limone
350 ml alcool a 90°
1 lt di acqua


Preparazione:

Lasciare macerare nell'alcool per 10 giorni la scorza di limone, la cannella e i chiodi di garofano dentro un vaso di vetro chiuso.
Trascorso questo periodo filtrare il tutto.
In un tegame far bollire il miele nell'acqua fino a che il volume non si sarà ridotto della metà, lasciare raffreddare e versare questo sciroppo nell'alcool aromatizzato.
Aspettare un paio di mesi prima di consumare il liquore.
Trascorso questo tempo, se si dovesse presentare non troppo limpido filtrare con una garza e imbottigliare.

4 commenti:

Cinzia ha detto...

Adoro sperimentare liquori voglio provare anche il tuo deve essere delizioso... Ti auguro felice giornata grazie

Luna B ha detto...

Eccoloooooooooo Idromele! Ero infatti rimasta in stand by :D Wow quanto vorrei assaggiarlo!

Sabrina Rabbia ha detto...

CHE BELLO FARE I LIQUORI IN CASA, OTTIMO IL TUO, BRAVA!!!!BACI SABRY

speedy70 ha detto...

Questo mi manca..... assolutamente da fare, adoro le mele, grazie cara!!!!